Come fare il backup delle foto

L’arrivo delle vacanze vuol dire avere la possibilità di scattare un sacco di fotografie.
Il problema che abbiamo tutti al ritorno è quello di archiviare tutte le immagini.
Se non volete perdere giorni a copiare file da una parte all’altra del computer,
seguite i nostri consigli per fare un efficace backup delle foto.

backup delle foto

 

Cos’è il backup delle foto

Il backup delle foto è quella cosa che vorresti aver fatto quando di si rompe il disco del PC.

Quando faccio il backup delle mie foto di solito uso un hard disk esterno,
e quando ho bisogno di vecchie foto copio la cartella dal disco esterno a quello del PC,
facendo le ricerche dal disco del PC.
Questo perché il disco esterno USB è delicato ed è molto più lento di quello del PC.

Quindi quando dico di fare il backup delle foto intendo proprio fare una doppia,
o tripla copia delle foto, non spostarle dal pc ad un’altra parte per recuperare spazio.

Ne tanto meno uso il disco esterno come disco principale per le foto,
perché usare il disco esterno in questo modo lo rende molto delicato,
ed è facile che si rompa, perdendo così anni e anni di belle fotografie,
che saranno perse per sempre.

Il Backup è un posto dove recuperare le foto quando il pc si rompe,
e non è poi così noioso se si usano gli strumenti giusti.

Per fare il backup automatico si può semplicemente usare qualche software,
di solito c’è almeno un programma preinstallato su ogni sistema,
sia usare dei programmi specifici per la gestione delle fotografie.
Ma prima di installare qualsiasi cosa bisogna caprire una cosa importante:

Cosa significa fare il backup delle foto

Fare il backup delle foto non significa copiare le foto dal pc da un’altra parte,
e dimenticarsi dopo qualche mese dove le abbiamo messe.
Un buon backup si fa organizzando le foto come si faceva nei vecchi archivi.

Questo ci aiuterà in futuro a ritrovare le foto per data, per zona o luogo e per persona,
e ci permette di tenere per sempre le migliori foto che abbiamo mai scattato.

La cosa che è veramente noiosa è quella di elencare le persone ed i luoghi delle foto.
In gergo si chiama “taggare le foto”, modo di dire che deriva dal fatto che il programma più usato, lo vedremo in seguito, usa proprio i tag più o meno come si fa con le foto su facebook.

Una cosa importante è decidere come archiviare le foto nel backup.
Mai lasciarle tutte insieme in una cartella.

Io personalmente le organizzo in cartelle per anno, e poi per luogo e quando sono molte anche per giorno.
A volte mettendo insieme sia le foto fatte con la reflex sia con altre macchine o con lo smartphone.

É una scelta personale dettata dalle necessità di ritrovare le foto in modo semplice,
se per esempio fate molte foto in città può essere utile dividerle per quartieri,
o per zone della città.
Analogo discorso se fate molte foto naturalistiche.
Considerate la cartella come se fosse un contenitore, una scatola,
dove poi riponete altre scatole più piccole con le foto.
Due o tre livelli di cartelle di solito sono sufficienti per la maggior parte dei casi.

Gli strumenti necessari per fare il backup delle foto sono:

  1. un buon programma per il backup delle foto
  2. un disco esterno dove fare il backup delle foto
  3. e magari un servizio cloud dove fare il backup delle foto che vogliamo condividere o vendere.

Con queste 3 cose saremo sicuri che non perderemo nessuna delle nostre foto più belle!

 

Post Tagged with

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.