Reflex Olympus

La Olympus nasce nel lontano Ottobre del 1919 in un business molto specializzato e di nicchia come quello dei microscopi e dei termometri.
Oggi invece il colosso giapponese è una realtà affermata in diversi campi soprattutto in quello di maggiore consumo di massa, ovvero la fotografia, dove è maggiormente nota al pubblico.
Pochi però sanno infatti che questo marchio è anche uno dei maggiori produttori di apparecchiature mediche digitali e ottiche del mondo e che continua la sua produzione in questo campo rappresentando una vera eccellenza da decenni.

La storia di Olympus nel campo della fotografia comincia nel 1936 con la Semi-Olympus, una fotocamera ‘a soffietto’ costruita su ispirazione delle tedesche Zeiss Ikon.
L’anno successivo arriva il modello Olympus Standard, a telemetro e con obiettivi intercambiabili, anche questo un apparecchio che ricordava le avversarie Contax.
Questi due modelli rappresentano le basi su cui poi è stata fondata la storia di Olympus come costruttore di fotocamere, ed i prodotti da cui poi l’azienda costruirà la sua personale idea di macchinetta fotografica.
Le Olympus egli anni successivi infatti non saranno più fotocamere che seguono la ‘scia’ lasciata dagli altri grandi marchi europei o giapponesi, ma oggetti in cui è riscontrabile la vera identità di dell’azienda.

Con la serie Olympus Pen, l’azienda giapponese propone fotocamere 35mm mezzo formato particolarmente riconoscibili per la loro solidità della costruzione e per la compattezza delle dimensioni.
Le Olympus Pen erano perfette per essere portate ovunque ed il mezzo formato permetteva di ottenere 72 foto con un solo rullino.
L’altra iconica serie di fotocamere Olympus è ovviamente la OM, anche nota come Olympus Maitani, quella delle reflex.
Anche in questo caso la razionalizzazione dei componenti e la scelta accurata dei meccanismi interni alle macchine fanno di Olympus il nome da battere in fatto di compattezza.

Questa filosofia ingegneristica è ancora presente oggi nelle fotocamere digitali del sistema a Quattro Terzi contrassegnato dalla lettera E, che consente a queste fotocamere di avere il sistema di autofocus più veloce del mercato e dimensioni modeste anche per fotocamere di livello professionale.

Nel caso vogliate approfondire riguardo la storia della Olympus vi basterà recarvi sulla apposita pagina Wikipedia.


Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo con i tuoi amici
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Print this page
Print
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on Reddit
Reddit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.